La boutique des nouvelles musiques

Recensione

Dionisio Capuano, Blow Up, no 141, 1 février 2010

Il quartetto formato dall’argentino Damián Nisenson (sassofoni) insieme a Bernard Falaise (chitarra), Jean Félix Mailloux (contrabbasso) e Pierre Tanguay (batteria) è stato uno dei nomi forti del Montréal Yiddish Theatre Festival, la scorsa primavera. Chiaro che si tratti di klezmer jazz e che il primo raffronto si faccia con Masada. I Nozen hanno però una prestanza tutta loro. Sanno gettarsi nel bop (Quien me corre?), descrivere con lenta delicatezza le malinconie dei giorni di festa (Jour de mariage), swingare di notte (A Hole in My Shoes) mantenendo sempre il curioso retrogusto della diaspora e del meticciato.

En poursuivant votre navigation, vous acceptez l’utilisation de cookies qui permettent l’analyse d’audience.