The New & Avant-garde Music Store

Recensione

Dionisio Capuano, Blow Up, no. 140, January 1, 2010

Fusione ammaliante e pastosa di jazz e suoni etnici medio-orientali e da diaspora in stile Masada. Ma non è una semplice emulazione di un sound che tira. Il percorso sonoro della sezione d’archi di Marie Neige Lavigne, Jean Félix Mailloux e Julie-Odile ha una struggente autenticità. Rémi Giguère suona la chitarra con uno stile terso e semplice, arricchendo di contro-temi un paesaggio che è tra deserto e mare (Méditerranée). Le percussioni di Ziya Tabassian e Pierre Tanguay giocano col battere organico di cuori in perenne peregrinazione. Un controcanto lirico alla storia di Welcome.

Fusione ammaliante e pastosa di jazz e suoni etnici medio-orientali e da diaspora in stile Masada.

By continuing browsing our site, you agree to the use of cookies, which allow audience analytics.