La boutique des nouvelles musiques

Altrisuoni

Stefano Isidoro Bianchi, Blow Up, no 129, 1 février 2009

Consuete buone nuove dal prolifico giro Ambiances Magnétiques. Michel F Côté (Klaxon Gueule) e Isaiah Ceccarelli manipolano strumenti a percussione (batterie, pianoforti) e un po’ d’altro (elettronica, lap steel, tromba) facendone risultare improvvisazioni e sincopi il cui (forte) senso ritmico si astrae e raggruma in una miriade di costipatissime micro-apparizioni che vanno e vengono come in un flipper (in più di un momento vengono in mente i fURT); ascolto che richiede massima attenzione e che ipnotizza ancor prima gli occhi che le orecchie.

Più tradizionale l’incontro tra il contrabbasso di Joëlle Léandre e il piano/piano preparato di Quentin Sirjacq, i cui duetti esprimono una tensione costante ma tenuta a freno da una sensibilità sonora estremamente raffinata e riservata, quasi intimista; nei rari momenti in cui l’equilibrio viene meno - o meglio è lasciato più libero - il risultato è straordinario.

Già dai nomi coinvolti (Jean Derome, Joane Hétu, Diane Labrosse, Danielle Palardy Roger, Pierre Tanguay e Martin Tétreault) l’Ensemble SuperMusique si presenta come una sorta di supergruppo dell’improvvisata canadese; i musicisti si sono dati poche ma rigide regole: minimo di due esecutori per volta, sequenze che non vadano oltre il minuto di durata, poi repentino cambio di materiali e pausa personale di almeno una sequenza. Il risultato è meno cervellotico di quanto non appaia anche se non così coinvolgente: improvvisazioni che coinvolgono ogni tipo di strumento (fiati, corde, elettronica, sampler, giradischi, oggetti) con un gran senso dell’ironia, del gioco e del paradosso e nessun rispetto delle (altre) regole.

improvvisazioni che coinvolgono ogni tipo di strumento (fiati, corde, elettronica, sampler, giradischi, oggetti) con un gran senso dell’ironia, del gioco e del paradosso e nessun rispetto delle (altre) regole.

En poursuivant votre navigation, vous acceptez l’utilisation de cookies qui permettent l’analyse d’audience.