La boutique des nouvelles musiques

Altrisuoni

Piercarlo Poggio, Blow Up, no 113, 1 octobre 2007

La chitarra elettrica di Hébert risuona con timbriche dalla notevole variabilità, tralasciando le ovvietà del rock. All’opposto della sezione ritmica, in cui basso e batteria pulsano costanti e usuali, privi di variazioni di rilievo. Hébert è doppiato da Marie-Soleil Bélanger al violino e all’ehru, strumento a due corde di origine cinese. L’autre suscita interesse per quel suo muoversi in modo pacato tra melodie un po’ ripetitive e sottigliezze malinconiche. Il suono del leader, chiaramente debitore delle culture musicali del West Africa, dell’India del Nord e mediorientali, non tenta inutili sintesi e si adatta a scorrere su un profilo volutamente basso. (7/10)

L’autre suscita interesse per quel suo muoversi in modo pacato tra melodie un po’ ripetitive e sottigliezze malinconiche.

En poursuivant votre navigation, vous acceptez l’utilisation de cookies qui permettent l’analyse d’audience.