La boutique des nouvelles musiques

C’est ça… Joelle Léandre…

Francesca Odilia Bellino, All About Jazz Italy, 5 mars 2006

[…] Diversissime le atmosfere di Sur une balançoire con la Léandre (contrabbasso e voce) e il pianista Gianni Lenoci (pianoforte e oggetti). Il titolo evoca una musica in sospensione, che si muove in quattordici tracce anonime come su un’altalena. Quattordici immagini scattate veloci, mosse, estemporanee, in bianco e nero. Il retroterra di Lenoci, pianista da sempre attento alla musica contemporanea, permea abbondantemente sonorità che ricordano a tratti un Morton Feldman, un Sylvano Bussotti e anche qualche rarefatta nota di Érik Satie. La potenza del suono della Léandre pare piegata. Coglie l’atmosfera rarefatta del piano, vi ci si avvicina, senza tuttavia mai sembrare completamente assorbita. È questo l’equilibrio instabile? È questo il vero (dis)equilibrio in Duo? È questo il gioco dei diversi in perenne rincorsa l’uno dell’altro? (3,5/5)

En poursuivant votre navigation, vous acceptez l’utilisation de cookies qui permettent l’analyse d’audience.